Ristrutturazione di un bagno

a cura di Marco Buson – posainopera.com

In questo articolo andrò a spiegare  varie soluzioni e fasi da eseguire per la ristrutturazione di un bagno. I motivi dell’intervento possono essere vari: in alcuni casi l’operazione è necessaria, come nel caso in cui ci fossero problemi nelle tubature, in altri la scelta di ristrutturare può essere semplicemente estetica, in ottica di rimodernamento. In quest’ultimo caso l’intervento può consistere anche solamente nel cambiamento delle vecchie piastrelle, che in molti casi però possono arrivare fino al soffitto. In altri casi invece si deve procedere al rifacimento totale, che richiede anche la sostituzione delle tubazioni.

Rimodernamento semplice

Il primo tipo di intervento di ristrutturazione è meno invasivo e più veloce, e consiste semplicemente nell’applicazione delle nuove piastrelle sopra a quelle esistenti. E’ un intervento semplice che può dare un nuovo aspetto al vostro bagno in tempi molto brevi.

Fase1 : L’idraulico procederà alla chiusura delle chiavi d’arresto dell’acqua ed alla rimozione dei sanitari.

Fase2: Innanzitutto il piastrellista procederà alla sgrezzatura delle vecchie piastrelle ed alla stesura su di esse di un promotore di adesione. Infine procederà alla posa e stuccatura delle nuove piastrelle.

Per questa fase si consiglia il materiale della Cotto d’este denominato Kerlite: si tratta di grès porcellanato pressato fino al raggiungimento di uno spessore di 3mm. Questo ridotto spessore permetterà l’installazione dei vecchi sanitari ed accessori senza problemi.

Fase3: Il pittore verrà per dare un rinfrescata di bianco al soffitto.

Fase4: L’idraulico tornerà per installare nuovamente i sanitari ed aprire le chiavi d’arresto dell’acqua

Rifacimento totale

Come detto, l’alternativa al semplice rimodernamento è il rifacimento totale che comporta la demolizione delle vecchie piastrelle sia a pavimento che rivestimento, per dare la possibilità all’idraulico di sostituire le vecchie tubazioni. Naturalmente questo tipo di intervento è molto invasivo e richiede più tempo.

Fase1: L’idraulico procederà alla chiusura delle chiavi d’arresto dell’acqua ed alla rimozione dei sanitari.

Fase2: Il muratore procederà alla demolizione delle piastrelle e del massetto

Fase3: L’idraulico procederà alla realizzazione del nuovo impianto, ed alla posa del nuovo piatto doccia (o della vasca).

Fase4: Il muratore provvederà alla chiusura delle tracce impianto, e alla stesura del nuovo massetto

Fase5: Il piastrellista procederà posando il nuovo pavimento e provvederà all’impermeabilizzazione nella zona doccia. Il giorno seguente poserà il nuovo rivestimento sulle pareti della doccia.

Fase6: Il pittore verrà per pitturare il soffitto e le parti restanti a vista.

Fase7: L’idraulico tornerà per installare i nuovi sanitari ed aprire le chiavi d’arresto dell’acqua.