Rubinetteria Mina presenta le collezioni 2012

Partiamo da Giotto, linea di rubinetti per lavabi e vasche, che variano dal più semplice miscelatore ad incasso fino a quelli a muro, semplice ed elegante. Anche il rubinetto per vasca, fino e sinuoso che si getta letteralmente nel bacino, completa il quadro di oggetti efficienti e belli da vedere.
La linea Quadro, invece, ci regala un soffione quadrato che sembra essere quasi estraibile dal tetto della cabina doccia, e con i suoi fori che formano una grossa croce aumenta il raggio della caduta dell’acqua. Bella e funzionale anche la linea soffioni Corniche, che con “RGB” raggiunge il massimo grazie ai suoi fori a girandola, che creano un flusso avvolgente e a 360°.
Da segnalare anche la linea Slot, rubinetti larghi e piatti che escono dal muro e che creano un piacevole effetto cascata, con possibilità di installazione sia per le vasche che per le cabine doccia, e la linea Wara, che sembra voler combinare la Slot e la Quadro per un perfetto soffione doccia.
Ma la linea Coiba è quella che più ci ha colpito, per praticità ed estetica. Un sifone a tubo per doccia e vasca dalla forma allungata, cilindrica, abbinabile con tutti i tipi di rubinetti proposti.
Leggero, pratico, il sifone Coiba ricorda per forma i vecchi microfoni radiofonici di una volta, e sembra quasi voler abbinare il nome della sua azienda a quella della Mina nazionale, invitandoci a fare quello che tutti, pur non ammettendolo, fanno sotto la doccia: cantare. Entrare in una doccia arredata con il sifone Coiba è una sensazione di familiarità, di accoglienza, di comodità, come se fosse sempre stato presente nel nostro bagno.
C’è più gusto e, perché no, divertimento nell’entrare in una un bagno arredato Mina: con il suo acciaio e le forme che i suoi artigiani (perché di questo si tratta), siamo sicuri che continueremo a vedere i prodotti dell’azienda di Quarona in molte case italiane.


Rubinetterie Mina