Ristrutturare il bagno

La ristrutturazione della casa a volte è un’esigenza dettata da forze di causa maggiore, quali possono essere il deterioramento del tetto o quello delle pareti, altre volte deriva dalla volontà di dare un tocco di novità al fine di soddisfare maggiormente le proprie preferenze in termini di look e praticità.

Tra i locali di casa maggiormente oggetto di interventi di ristrutturazione c’è il bagno, vista l’importanza che riveste nella vita di tutti i giorni. Spesso, quando si acquista una nuova abitazione o ci si trasferisce in affitto, subentra l’esigenza di aggiungere una vasca da bagno, magari idromassaggio, o di spostare i vari elementi presenti al fine di sfruttare meglio lo spazio disponibile.

Avere un bagno comodo è infatti una delle cose più importanti in assoluto. Prima di procedere con la ristrutturazione del bagno è bene avere bene a mente le normative che regolano questa particolare materia. Senza conoscere questi dettami, infatti, si rischia di progettare interventi considerati illegittimi dallo Stato Italiano.

Per esempio, sapevate che il vostro bagno non può essere grande quanto volete?

La superficie di tale locale è infatti soggetta a dei valori massimi, i quali sono stabiliti a livello comunale. Per quanto riguarda Milano, per esempio, tali valori sono di 3,5 mq per il bagno principale e 2 mq per l’eventuale secondo. Le pareti, inoltre, devono essere rivestite con materiale resistente, liscio, lavabile e impermeabile e il soffitto rifinito con un prodotto traspirante; per quanto riguarda il rivestimento delle pareti, inoltre, alcuni comuni tra cui Milano stabiliscono fino a che altezza deve essere presente (nella città meneghina fino a 180 cm). Naturalmente è obbligatorio informarsi sulle regole se si effettuano tutti gli interventi in autonomia ma, anche se ci si affida ad una realtà esterna, onde evitare spiacevoli inconvenienti sarebbe meglio avere le idee ben chiare in materia. Comunque, per effettuare una ristrutturazione del bagno a Milano a prezzi accessibili non sempre è necessario darsi al fai da te.

Una volta scelto se fare da voi o affidarvi a degli esperti, state bene attenti a questi fattori: - Occhio alle tubature: le tubature sono un elemento delicatissimo, fate molta attenzione! Soprattutto se la casa è antica, è molto importante controllare il loro corretto funzionamento prima di pavimentare, altrimenti potreste pentirvene in caso di future perdite d’acqua. - Attenzione alla ventilazione: l’umidità del bagno è ovviamente molto alta e, dunque, la ventilazione risulta essere un aspetto fondamentale. State attenti a posizionare la ventola dalla parte opposta rispetto all’elettricità e ad accertarvi della buona qualità della stessa: una scarsa ventilazione potrebbe causare umidità e muffe, ma anche il decadimento di infissi ed elementi di decoro in legno. - L’illuminazione: un bagno privo di una corretta illuminazione perde moltissimo in termini di design. Oltre alla luce che filtra dalle finestre, assicuratevi di possedere un impianto di illuminazione ad incandescenza e di almeno 50 watt.