Rifra


Rifra, la naturale continuità familiare con la falegnameria fondata da Giovanni Rivolta nel 1930, peraltro in un periodo di forti incertezze economiche, e la volontà cresciuta, fino ad esplodere all'inizio degli anni '80, di dar vita ad una personale linea di arredi e di complementi destinati a chi vuol fare della stanza da bagno un ambiente dove è il design a dettare le regole, pur mantenendo un'alta considerazione riguardo la funzionalità e l'ergonomicità delle linee.

Il responsabile della direzione artistica di Rifra, l'architetto Byung Soo Zocchi, ideatore e progettista egli stesso di alcune collezioni, si avvale della collaborazione di studi di design che hanno collaborato con i più prestigiosi brand italiani ed esteri relativi alla produzione di arredamento d'interni. I nomi sono quelli prestigiosi dello Studio Castiglia Associati, lo Studio Della Valle Bernheimer che, particolare non irrilevante, espone una collezione permanente al MoMA di San Francisco e quello di Hannes Wettstein, architetto svizzero che, oltre ad aver disegnato per Audi, associa l'attività progettuale a quella didattica.

Tra i vari progetti portati a termine Rifra può annoverare alcune ville di Los Angeles, di cui una inserita nella splendida e rinomata zona di Bel Air, un Hotel di Miami sito in Ocean Drive e alcuni grattacieli di New York, zona Manhattan, completamente arredati, per quanto concerne cucine e bagni, con collezioni Rifra prodotte in Italia.

News

K.One e Smooth: il bagno Rifra e la qualità del design
L’azienda lombarda Rifra ha raggiunto da poco i quarant’anni di attività e nelle sue produzioni si è sempre caratterizzata per delle linee con un design essenziale nelle forme e nei colori